inicio mail me! Torna su Vai giù

L'Associazione "Ricerca In Movimento" è stata costituita per fornire un appoggio formativo, pratico e morale alle famiglie con pazienti affetti da Corea di Huntington a partire dal 1994 fino al 2002. La "Mauro Emolo Onlus" nata da una costola dell'Associazione "Ricerca In Movimento" è attiva dal 2001 e si occupa di finanziare la produzione di materiale informativo sulla Corea di Huntington (spot, campagne stampa, sito internet, numero verde) oltre a tutte le iniziative utili alla ricerca e alle famiglie.

Dieta suggerita per un malato di Corea di Huntington

– Preferire finché possibile una dieta leggera, ipocalorica e povera di grassi saturi e insaturi;
– evitare il latte bovino e i suoi derivati, assumere il calcio in maniera differente;
– rimpiazzare le proteine animali con proteine vegetali;
– eliminare tutti gli oli idrogenati (l’olio di girasole, di mais, di sesamo, o derivati), margarina, grassi vegetali e gli alimenti fritti a lungo in generale;
– utilizzare molto olio extra vergine d’oliva;
– mangiare molta frutta e verdura;
– scegliere il maggior numero di prodotti organici di agricoltura biologica;
– diminuire le proteine assunte quotidianamente sino a diventare il 10% giornaliero;

Ricordate però che più la macchia avanza maggiori saranno le calorie che il malato brucia.
Un paziente affetto da Corea di Huntington può arrivare a bruciare fino a 5000 cal. Bisogna quindi somministrargli tutte le calorie di cui ha bisogno, avendo l’accortezza di evitare comunque gli alimenti nocivi.

07 Luglio 2011